CYRANO | RECENSIONE DEL NUOVO FILM DI JOE WRIGHT

Presentato in anteprima alla scorsa Festa del Cinema di Roma tenutasi ad ottobre, Cyrano è il nuovo film diretto da Joe Wright e adattamento cinematografico del musical omonimo di Erica Schmidt, tratto dalla celebre commedia teatrale Cyrano de Bergerac del 1897 del poeta francese Edmond Rostand. La trama verte attorno alle vicende di Christiano, un giovane cadetto che si rivolge all’amico e poeta Cyrano per conquistare tramite delle lettere la bella Rossana. Cyrano però nasconde un segreto: è anche lui innamorato della ragazza. Ecco la nostra recensione.




Anno: 2021

Regista: Joe Wright

Attori: Peter Dinklage, Haley Bennett, Ben Mendelsohn, Kelvin Harrison Jr., Monica Dolan, Sarah Wright

Paese: UK, USA, Canada, Italia

Durata: 124 min

Distribuzione: Eagle Pictures

Sceneggiatura: Erica Schmidt

Fotografia: Seamus McGarvey

Montaggio: Valerio Bonelli

Produzione: Metro-Goldwyn-Mayer, Bron Creative, Working Title Films

_____________________________________________________________________________________

RECENSIONE


Data d’uscita in Italia: 03 marzo 2022

.

.

Voto: 8,5

.

.

Genere: musical, romantico, drammatico


Dopo La donna alla finestra uscito lo scorso anno sulla piattaforma Netflix, Joe Wright torna a dirigere un film in costume sullo stile di altri suoi lavori come Orgoglio e Pregiudizio ed Espiazione, questa volta ispirato da un musical del 2018, creando come prodotto finale un lungometraggio dove narrazione e musica si fondono per creare un’armonia visiva e discorsiva confezionata in una rilettura moderna di una delle opere teatrali più conosciute ed apprezzate. Se lo scrittore Edmond Rostand per rappresentare la diversità che costituiva l’ostacolo all’integrazione nella società da parte di Cyrano, aveva scelto di caratterizzarlo con un naso prorompente, Wright cambia formula e decide di rappresentare il protagonista come un uomo affetto da nanismo, sottolineando ancora una volta l’originalità del suo lavoro.



Il lungometraggio, grazie al mescolamento di diversi elementi, riesce così ad intrattenere il grande pubblico dal primo minuto fino all’ultimo, lasciandolo molto spesso sul filo del rasoio a causa delle situazioni creatasi. Musical, ma non troppo, ciascuna canzone riflette perfettamente quello che il personaggio sta provando dentro di sé, e continua con le sue parole l’azione, non intralciandola ma, anzi, unendosi ad essa e restando sempre sobria e mai ridondante. Il sonoro è soave, dolce ma al contempo malinconico e va ad incorniciare sempre di più un’opera che grazie alle sue vedute sembra un vero e proprio quadro.



La sceneggiatura, curata da Erica Schmidt già ideatrice dell’omonimo musical di Broadway, è abile, marcata e coincisa e senza troppi giri di parole arriva dritta alla questione e si fonde insieme ad altri elementi diegetici, come fotografia e sonoro, creando una storia senza tempo che per molti versi rimanda ad un mix tra altre due pellicole: Shakespeare in love di John Madden specialmente per la parte narrativa, e Moulin Rouge! di Baz Luhrmann per la componente musicale. La regia di Wright è facilmente riconoscibile, grazie a movimenti di macchina, costruzione di sequenze e montaggio, dimostrandosi matura e buona.


I costumi, curati dall’italiano Massimo Cantini Parrini e da Jacqueline Durran, riflettono l’animo suggestivo della storia e dove questa è ambientata, così come gli esterni utilizzati come set che ruotano tra alcuni dei luoghi italiani più belli e famosi, come Noto, Palazzo Biscari a Catania e il Castello Maniace a Siracusa. Peter Dinklage, è Cyrano e dona una delle interpretazioni più belle e più riuscite di tutta la sua carriera, trasudando pathos e passione da ogni sguardo; Haley Bennett e Kelvin Harrison Jr. sono rispettivamente Rossana e Christiano, e con le loro capacità e abilità canore rendono ancora più godibile una storia che di per sé già lo è.

In conclusione, Cyrano, ingiustamente trascurato alla corrente stagione dei premi, è un’opera romantica e coinvolgente, un’esperienza cinematografica da vivere obbligatoriamente al cinema.


0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Voto del pubblico: 

Dì anche la tuaNon mi piaceCosì cosìPiacevoleFantasticoCapolavoroDì anche la tua