top of page

Tutte le cose da sapere su Wish, il nuovo film Disney in uscita a Natale

Ieri siamo stati a Roma alla presentazione del nuovo film Disney: Wish durante la quale abbiamo partecipato ad un interessantissimo Q&A con con Jennifer Lee, produttrice esecutiva e sceneggiatrice del film (conosciuta soprattutto per aver diretto Frozen e Frozen II). Abbiamo potuto anche guardare in anteprima circa 20 minuti di film, in alcune scene le animazioni non erano ancora complete ed è stato interessante poter fare un confronto tra le varie fasi di realizzazione e vedere, in minima parte, il lavoro che c'è dietro un lungometraggio.




Wish uscirà nei cinema il 21 dicembre per celebrare i 100 anni dei Walt Disney Animation Studios e quindi il nostro viaggio alla scoperta di questa nuova storia inizia molto prima di essa, con la canzone When You Wish Upon a Star e un excursus temporale in cui riguardare le scene iconiche dei classici cartoni animati dello studio in cui i personaggi rivolgono lo sguardo al cielo con speranza e affidano un desiderio alle stelle. Perché è proprio questa l'idea su cui è sviluppato Wish.


Asha, la protagonista, è una ragazza di 17 anni molto intelligente, ottimista e altruista, vive a Rosas, il paese dei desideri, dove il Re può avverare i sogni più profondi e importanti di una persona.

Ma non tutto è bello come sembra e la giovane scopre che c'è qualcosa che proprio non va e quindi si rivolge alle stelle per capire qual è la cosa giusta da fare.

Ad accompagnare Asha nel viaggio in cui dovrà affrontare terribili nemici per salvare la sua comunità ci saranno un capretto con il pigiama, una stella magica e molti altri strani personaggi.





Dopo tanti film senza, Wish avrà un Villain ed essendo una storia moderna e al passo con il tempo, non sarà il classico cattivo piatto e funzionale ma un personaggio dalla moralità grigia con delle valide motivazioni che lo rendono ben caratterizzato e credibile e di cui assisteremo al cambiamento piano piano.


A differenza di Elemental, in cui gli sceneggiatori si sono ispirati ai classici e la storia d'amore è una parte fondamentale della trama, in questo (per adesso) non sembra esserci traccia di un interesse amoroso per la protagonista.


Abbiamo scoperto anche qualcos'altro... Il lungometraggio è una lettera d’amore per tutte le storie della Disney (Jennifer Lee ha raccontato l'importanza che ha avuto Cenerentola nella sua infanzia e come l'abbia in parte aiutata ad andare avanti dopo degli episodi di bullismo) e lo dimostra prendendo ispirazione visivamente da: La bella addormentata nel bosco e Biancaneve e i sette nani e seminando qua e là tanti Easter egg di altri classici Disney.





Anche per quanto riguarda l'animazione il cartone omaggerà il passato utilizzando per gli sfondi una tecnica in 2D stile acquarello ma guardando verso il futuro con l'animazione in 3D per i personaggi, il risultato è sorprendente e intrigante.





Anche se Asha non è una principessa, non le mancheranno le occasioni per cantare e non solo a lei, infatti potremo ascoltare anche gli immancabili animali e soprattutto ci sarà un brano intero per il Cattivo, in tutto saranno sette canzoni originali composte da Julia Michaels di genere molto vario ma legate ognuna al tema della speranza.


Tante ottime premesse che mettono una grande curiosità per il film!

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


Voto del pubblico: 

Dì anche la tuaNon mi piaceCosì cosìPiacevoleFantasticoCapolavoroDì anche la tua
bottom of page