Whiplash | Recensione

Andrew Neiman è un ambizioso batterista jazz il cui sogno è di diventare il migliore musicista del conservatorio. Terence Fletcher, un insegnate famoso per il suo metodo rigoroso e severo, scopre il talento del ragazzo e si impegna per aiutarne la carriera. Il giovane si impegna con dedizione ma la ricerca della perfezione si trasforma in una ossessione in grado di rovinargli la vita.



Genere:Drammatico

Anno:2014

Regia:Damien Chazelle

Attori:Miles Teller, J.K. Simmons, Melissa Benoist, Paul Reiser, Austin Stowell, Bill Leaman, Kavita Patil, Kofi Siriboe, Jesse Mitchell

Paese:USA

Durata:105 min

Distribuzione:Warner Bros. Italia

Sceneggiatura:Damien Chazelle

Fotografia:Sharone Meir

Montaggio:Tom Cross

Musiche:Justin Hurwitz

Produzione:Blumhouse Productions, Bold Films, Exile Entertainment


Recensione:

DATA DI USCITA IN ITALIA 🗓️: 12 Febbraio 2015 (attualmente su Netflix)

GENERE📽: Drammatico

VOTO: 9/10

PRO🔝: Come si suol dire: “Chi ben comincia è a metà dell'opera”; senza ombra di dubbio, Damien Chazelle ha centrato l’obiettivo in pieno. Un’opera prima che getta le basi del regista Statunitense presentandosi con un film che tiene incollato allo schermo e convince il pubblico del fatto che si trova davanti a un autore che potrà diventare “uno

dei grandi di Hollywood”. La pellicola si regge principalmente su tre (solidissimi)

pilastri: le performance degli attori, montaggio e regia. Gli attori forniscono una

magnifica interpretazione, in special modo MIles Teller e il grandioso J.K.Simmons (la

cui interpretazione è valsa un premio Oscar). Interpretano rispettivamente Andrew, un

giovane ragazzo che sogna di diventare il più grande batterista della storia e Fletcher, un

insegnante spietato alla ricerca di talenti da donare all’arte della musica. Il rapporto che

si viene a creare tra di loro è costruito in maniera solida, ricalcando il rapporto “allievo-

maestro” già visto in numerose pellicole, ma con picchi di morbosità visti molto

raramente. Si tratta di un rapporto malato basato sulla rabbia, angoscia, sangue e amoreper la musica. Un vortice di follia creato da Andrew e Fletcher per poter trovare il loro posto nel mondo. Un rapporto che si intensifica nel corso della pellicola, grazie

soprattutto al montaggio, il vero “sceneggiatore della pellicola”: la struttura narrativa è

molto semplice, ma quella che va a renderla intensa è proprio il montaggio angosciante.

Da ritmo alla pellicola, connotando meglio il contesto, in aggiunta a una colonna sonora

(che ricorre a mo’ di batteria) costruita molto bene che migliora in crescendo per tutta la

durata della pellicola. Ad ogni modo, l’aspetto che ci ha convinto maggiormente è la

regia: Chazelle ci delizia con movimenti di macchina spettacolari e inquadrature

simboliche che vanno a convergere verso il dolore e il sacrificio; il tutto accompagnato

da una bellissima fotografia molto attenta nel dare la sensazione di trovarsi di fronte a

un palcoscenico, grazie alla maggiore accentuazione sul colore nero giallo: un

bellissimo colpo d’occhio che ci accompagna durante la pellicola. Da ciò si evince

l'importanza del lato tecnico per il regista nelle sue opere, caratteristiche che saranno da

pilastro anche nelle sue successive pellicole (quali “La La Land” e “First Man”).

In conclusione, “Whiplash” è un capolavoro tecnico i cui punti di forza sono la regia e

fotografia, il tutto coordinato da un montaggio frenetico e angosciante; una storia di

sacrificio e frustrazione viste da due angolazioni diverse (Andrew e Fletcher), che andrà

a sfociare nell’amore per la musica; dalla pellicola sporge spontanea la domanda: siamo

pronti a sacrificare ciò che amiamo per rincorrere i propri sogni?. Il tutto rappresentato

in una scena finale bellissima e significativa, che mette insieme tutti i lati positivi di una

pellicola destinata ad essere amata negli anni.

CONTRO❌: Purtroppo è un film non innovativo sotto il profilo della trama e della

sceneggiatura. Unico aspetto “negativo” ma non fondamentale per la riuscita del film.

Recensione a cura di Lorenzo Batocchi

Grafica a cura di Giulia Federici

#music #love #instagood #party #photooftheday #picoftheday #photography #Oscar #movies #film #instagram #like #friends #art #movie #summer #nature #fun #me #travel #style #dance #dj #happy #fashion #life #icapolavoridelpassato #musica #nowinthecinema #whiplash

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Voto del pubblico: 

Dì anche la tuaNon mi piaceCosì cosìPiacevoleFantasticoCapolavoroDì anche la tua