The lodge | Recensione

Richard, dopo il suicidio della moglie, decide di trascorrere le vacanze di Natale nel suo chalet di montagna con i due bambini e la nuova giovanissima compagna. Un impegno improvviso lo riporta in città per una notte, creando così l‘occasione per la ragazza di familiarizzare coi figli. Una volta soli un'oscura presenza si manifesta facendo riemergere nella ragazza i traumi di un doloroso passato. Richard si rende conto dell'incombente pericolo e tenta di tornare a casa ma potrebbe ormai essere troppo tardi.


Anno: 2019

Regia: Severin Fiala, Veronika Franz

Attori: Riley Keough, Richard Armitage, Alicia Silverstone, Jack Martell, Rebecca Faulkenberry, Lia McHugh, Danny Keough, Katelyn Wells, Lola Reid

Paese: Gran Bretagna, USA

Durata: 100 min

Distribuzione: Eagle Pictures

Sceneggiatura: Sergio Casci, Severin Fiala, Veronika Franz

Fotografia: Thimios Bakatakis

Montaggio: Michael Palm

Musiche: Danny Bensi, Saunder Jurriaans

Produzione: FilmNation Entertainment, Hammer Films


Recensione:

Data di uscita in Italia : 16 gennaio 2020

Voto: 7/10

Genere🎬: Horror

Pro🔝: The Lodge è un film del 2020, diretto dagli esordienti Veronika Franz e Severin Fiala.

La pellicola tratta il divorzio di una coppia finito in tragedia e dei figli che dovranno

convivere per qualche giorno con la nuova, misteriosa, compagna del padre. Ma la

convivenza non volge al meglio a causa di un pessimo rapporto tra i figli e la compagna,

accompagnata da strane presenze che metteranno in dubbio la realtà. The Lodge è

un horror che vuole essere “introspettivo” e d’autore, ricalcando film come The

Witch, Hereditary e Midsommar, tuttavia con l’obiettivo di inserire elementi di novità

in un genere che ormai sembra aver detto tutto.

La regia di Franz e Fiala è da evidenziare in maniera positiva: riprese che spiegano

le scene meglio dei dialoghi, primi piani molto ravvicinati per far sentire senso di

claustrofobia e ottima dimestichezza nell’utilizzo della camera da presa.

Gli attori nella pellicola sono ottimi: a partire dai due ragazzi Aidan (Jaeden Martell) e

Mia (Lia McHugh), rabbiosi per il suicidio della madre e per la nuova vita del padre,

fino ad arrivare a Grace (Riley Keough), la compagna che ha vissuto per molto

tempo nel fanatismo religioso inculcato dal padre.

Il film è ben narrato, con suspence che cresce in maniera regolare e pervasiva. La

suspense è l'elemento più positivo dell'intera pellicola: dal primo all'ultimo minuto la

tensione sale sempre e non cessa nemmeno per un attimo. Ciò è dovuto grazie a un

ottimo utilizzo della musica e di un montaggio che si rivela sia frenetico, sia più

sequenziale e rilassato. La suspence incrementa anche grazie a una scenografia

fatta veramente bene, con spazi molto chiusi e con l'utilizzo di due colori forti: il

bianco e nero. Buono è l'utilizzo dei messaggi simbolici quali croci, quadri e cori da

chiesa che rendono il tutto più inquietante e claustrofobico.

CONTRO❌: Paradossalmente il miglior aspetto della pellicola, la suspense, a lungo andare diventa un elemento mal gestito: la tensione che il film alimenta è talmente

eccessiva che non viene sfogata in nessun modo dallo spettatore. Lo spettatore si

trova davanti qualcosa che inizia a stufare perché il film la tira troppo per le lunghe.

Ad incrementare ciò, la svolta del film avviene verso i ⅔ , rendendo parte della

pellicola ridondante. Senza spoilerare niente: è una pellicola che vuole restare con

uno sguardo verso la realtà, ma che cerca di essere il più paranormale possibile.

Inoltre si viene a creare un altro problema: lo sviluppo del film è talmente esagerato

che non può essere ricondotto in nessun modo alla realtà, per cui ci sembra non

credibile ciò che accade sullo schermo.

Purtroppo anche il finale non si salva: troppo rapido e non lascia nessuna

soddisfazione allo spettatore. Una pellicola con tensione al culmine ma che,

improvvisamente, finisce.

Recensione a cura di Lorenzo Batocchi

#nowinthecinema @now.in.the.cinema #thelodge #film #horror #snow #neve #son #orrore #midsommar #Hereditary #pellicola #thriller #killer #demon #nowrecensioni #thespacecinema #cinema #movie #recensioni #oscar #movies #instagram #follow #cinefili #ilovecinema #ilovefilm

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Voto del pubblico: 

Dì anche la tuaNon mi piaceCosì cosìPiacevoleFantasticoCapolavoroDì anche la tua