SCREAM 5 | RECENSIONE DEL NUOVO CAPITOLO DELLA SAGA

A distanza di 11 anni dall’uscita nelle sale cinematografiche del quarto capitolo, Scream 4, la fortunata saga slasher-horror creata da Wes Craven negli anni ’90, torna al cinema con Scream 5. 25 anni dopo il terribile massacro raccontato nel primo capitolo, il temuto serial killer conosciuto come Ghostface, torna a tormentare il presente della cittadina di Woodsboro, tra nuove carneficine, nuove regole e vecchi ritorni. Ecco la nostra recensione.



Anno: 2022

Regista: Matt Bettinelli-Olpin, Tyler Gillet

Attori: Neve Campbell, David Arquette, Courteney Cox, Melissa Barrera, Jenna Ortega, Marley Shelton, Dylan Minnette, Jasmin Savoy, Mason Gooding, Jack Quaid

Paese: USA

Durata: 114 min

Distribuzione: Eagle Pictures, Paramount Pictures

Sceneggiatura: James Vanderbilt, Guy Busick

Fotografia: Brett Jutkiewicz

Montaggio:

Produzione: Paramount Pictures, Spyglass Entertainment Group, Radio Silence Production, Project X Entertainment, Outerbanks Entertainment

_____________________________________________________________________________________________

RECENSIONE

.

.

Data d’uscita in Italia: 13 gennaio 2022

.

.

Voto: 8

.

.

Genere: horror, thriller, drammatico


Primo lungometraggio della saga non diretto da Wes Craven (scomparso nel 2015), il quinto capitolo risulta un prodotto molto buono che sa giocare nel modo corretto le sue carte: la carta della nostalgia e quella del buon horror-slasher tipico della filmografia di questo genere negli anni ’90. Scream 5 è una lettera ‘’d’amore’’ e un omaggio a ciò che è stato fatto prima di lui, ai capitoli che l’hanno preceduto, ai protagonisti passati e ad una storia che dimostra ancora una volta di saper intrattenere se sfruttata correttamente.


La storia raccontata oscilla così tra passato e presente come mai aveva fatto prima d’ora. I rimandi al primo film della saga, Scream, realizzato nel 1996, sono molti ma non risultano mai fuori luogo e mai intendono copiare ciò a cui si ispirano, innescando senza alcun dubbio l’elemento nostalgico, uno dei punti fermi. Tra sequenze ricreate mescolando il già visto con un pizzico di innovazione tipico dei giorni nostri, si svolge il discorso narrativo che, come base, ha sempre la stessa risoluzione: chi si cela dietro la maschera di Ghostface? L’atmosfera creata fonda le sue radici in elementi tipici del primo film, come il classico gruppo di amici tormentati dal serial killer e le chiamate al ritmo di ‘’qual è il tuo film horror preferito?’’; ed elementi innovativi come la costruzione stessa dei personaggi e colpi di scena lontani da quelli con cui la saga aveva abituato appassionati e no.


La pellicola è un vero e proprio esempio di metacinema, dove realtà narrativa e finzione si uniscono contribuendo in egual modo alla messa in scena del prodotto finale. Ricco di citazioni alla cultura pop cinematografica e alla saga stessa, la risoluzione del mistero proposto per tutta la durata del discorso narrativo, trova la sua sede proprio in queste due caratteristiche che saranno fondamentali per la sopravvivenza del giovane gruppo di protagonisti. I personaggi godono di una buona caratterizzazione, contribuendo ai fatti quasi tutti nella stessa misura e con una personalità nuova rispetto ai protagonisti precedenti. Ci sono poi i personaggi di Sidney, Gale e Linus che fanno il loro ritorno a Woodsboro per affrontare ancora una volta la minaccia che pensavano ormai passata ma senza mai sovrastare in alcun modo i nuovi arrivati.


Il contributo sonoro si unisce anch’esso nella categoria della nostalgia, perché grazie all’abile utilizzo di brani musicali dei precedenti capitoli è fondamentale per riuscire a ricreare quell’ambiente riconducibile al passato. I jump-scare sono ancora presenti e si riconfermano uno dei must intramontabili per la buona riuscita di una pellicola horror-slasher come questa.

Con un lavoro meglio riuscito rispetto al suo predecessore, Scream 5 non deluderà le aspettative dei fan di lunga data della saga.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Voto del pubblico: 

Dì anche la tuaNon mi piaceCosì cosìPiacevoleFantasticoCapolavoroDì anche la tua