top of page

PAMELA, A LOVE STORY| RECENSIONE DEL DOCUMENTARIO NETFLIX: UOMINI E DONNE SONO GIUDICATI UGUALMENTE?

Un viaggio alla scoperta della storia della top model e attrice Pamela Anderson attraverso le sue relazioni personali con gli uomini e il suo ruolo di madre, per lei molto importante.



Anno: 2023

Regista: Ryan White

Attori: Pamela Anderson, Brandon Thoma Lee, Dylan Jagger Lee

Paese: U.S.A.

Distribuzione: Netflix

Produttore: Ryan White, Josh Braun, Scarlett Angelo, Brandon Thomas Lee, Jessica Hargrave, Julia Nottingham,

Durata: 112 minuti


RECENSIONE:

Data di uscita in Italia: 31 gennaio 2023

Voto: 8

Genere: documentario


Prima di entrare nel vivo della recensione, è necessario fare un piccolo, ma fondamentale, preambolo. Dopo il polverone che si scatenò all'uscita della serie targata Hulu "Pam & Tommy", sulla travagliata ed intensa storia d'amore tra l'attrice Pamela Anderson e il musicista Tommy Lee, Netflix annunciò la realizzazione di un documentario con la volontà di raccontare le vicende dal punto di vista dell'attrice. Infatti, furono 2 le accuse rivolte allo show: la prima fu di non aver chiesto il permesso all'ex modella di Playboy nonostante si trattasse di un avvenimento molto privato e forte della sua vita e la seconda fu di aver troppo romanticizzato il personaggio di Tommy Lee e del ladro della videocassetta e, quindi, di aver stravolto le vicende. Perciò, "Pamela, a love story" parte proprio da qui, dalla volontà dell'attrice di mettersi a nudo, fisicamente ed emotivamente, sul suo passato: dall'inizio della sua avventura nel mondo dello show business fino ad oggi passando per tutte le tappe fondamentali della sua vita, sia quelle positive che negative senza tirarsi indietro di fronte a suoi errori.



Fatte le premesse, entriamo nello specifico del documentario. Innanzitutto, è molto interessante ed azzeccata la scelta di mostrarsi praticamente sempre senza trucco e con abiti casalinghi. Ciò la rende "umana", vicina a noi e quel senso di star inarrivabile alla "Marilyn Monroe" si perde (fortunatamente). Inoltre, la macchina da presa spesso viene utilizzata a mano e ciò rende ancora più familiare l'atmosfera, come se stessimo ascoltando le confessioni di una nostra amica. Vanno in questa direzione anche le scelte di mostrare più volte i 2 figli e di ambientare la discussione prevalentemente nella sua casa di campagna. Perciò, tutti questi elementi danno la possibilità allo spettatore sia di empatizzare più facilmente con l'attrice sia di rendere più credibile le sue confessioni, senza cadere mai in beceri vittimismi.

Per quanto riguarda il contenuto delle parole della Anderson, naturalmente non si può essere sicuri al 100% della veridicità delle sue dichiarazioni siccome in passato più volte gli attori hanno raccontato falsità ma, in questo caso, le parole dell'ex modella sono sembrate davvero sincere. Ha dato la percezione di sentire emotivamente le parole che stava dicendo. Inoltre il fatto di mostrare in maniera integrale tanti video dell'epoca della sua storia d'amore con Tommy Lee dà la sensazione che si volesse togliere un peso raccontando la verità. E più che mostrare delle testimonianze video, non poteva fare. Soffermandosi su alcuni discorsi nello specifico, inevitabilmente la parte più interessante è la riflessione che l'attrice fa sulla sua storia d'amore con il batterista. Infatti, in maniera sincera, Pamela Anderson racconta i momenti migliori e peggiori della loro storia e gli errori che entrambi hanno compiuto. Certamente, sono 2 i passaggi più interessanti e sui quali riflettere: il primo è il tema della violazione e il secondo le conseguenze diverse di un sex tape su un uomo e una donna. Per quanto riguarda il sentirsi violata, Pamela Anderson racconta la pessima sensazione che percepì quando venne a conoscenza della diffusione del video. La vergogna che si prova nonostante non si abbia fatto nulla, anzi in quel caso si è solamente vittime. Per quanto riguarda le conseguenze del sex tape, sicuramente è interessante capire le differenze che esso portò nelle vite dei 2 artisti. A Tommy Lee portò maggiore successo e ottenne la fama di "conquistatore di donne" mentre Pamela Anderson fu additata di essere una cattiva madre e una donna di facili costumi. Nonostante il video fosse lo stesso, la società giudicò in maniera diametralmente opposta i 2 e, praticamente, la carriera dell'attrice, a causa del sex tape, terminò ancora prima della sua occasione sul grande schermo. È una riflessione che non può lasciare indifferente, anzi bisognerebbe interrogarsi maggiormente sui tabù della società (sesso) e sulla differenza di giudizio tra uomo e donna (nonostante stiamo parlando di un fatto di poco più di 20 anni fa). Prima di arrivare alla conclusione, è giusto soffermarsi un attimo sull'intelligenza dell'attrice a discapito del pensiero comune. Infatti, dopo il sex tape, Pamela Anderson ha perso tutta la sua credibilità e dignità diventando praticamente un oggetto sessuale. Di lei, si guardava esclusivamente il suo seno prosperoso come se fosse una bambola gonfiabile. Purtroppo, non potè fare niente per cambiare tutto ciò, ormai la società l'aveva giudicata, ma ebbe l'astuzia di sfruttare questa situazione per cause umanitarie. Questo dimostra la sua intelligenza di ottenere il massimo da una brutta situazione.



In conclusione, "Pamela, a love story" si può ritenere un progetto assolutamente riuscito sia sul piano tecnico che contenutistico, ricco di riflessioni profonde sulle contraddizioni di una società, purtroppo, ancorata a stereotipi del passato. E per tutto ciò che si è scritto sopra, "Pam & Tommy" non deve essere assolutamente vista perché ha avuto un atteggiamento vergognoso nei confronti dell'attrice siccome la serie si è preoccupata maggiormente di giustificare le azioni di Tommy Lee (perché è un uomo romantico) e del ladro. È un caso che i 2 uomini siano rappresentanti meglio della controparte reale mentre gli stereotipi su Pamela Anderson, come la sua stupidità, siano stati accentuati? Quando la società inizierà realmente a giudicare uomini e donne allo stesso modo? Sicuramente "Pam & Tommy" non è la via.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


Voto del pubblico: 

Dì anche la tuaNon mi piaceCosì cosìPiacevoleFantasticoCapolavoroDì anche la tua
bottom of page