MORBIUS | RECENSIONE DELLA NUOVA PELLICOLA AMBIENTATA NEL S.S.U. (SONY'S SPIDERMAN UNIVERSE)

Il biochimico Michael Morbius sta cercando di curarsi da una rara malattia del sangue. Tuttavia, durante i suoi esperimenti, si infetta inavvertitamente con una forma di vampirismo.

Anno: 2022 Regista: Daniel Espinosa Attori: Jared Leto, Matt Smith, Jared Harris, Tyrese Gibson, Adria Arjona Paese: U.S.A. Durata: 108 minuti Distribuzione: Sony Pictures Entertainment Italia Sceneggiatura: Matt Sazama, Burk Sharpless Produttori: Avi Arad, Lucas Foster, Matt Tolmach Produzione: Columbia Pictures, Marvel Entertainment, Arad Productions, Matt Tolmach Productions Musica: Jon Ekstrand RECENSIONE: Data di uscita in Italia: 31 marzo 2022 • • Voto: 4 • • Genere: drammatico, supereroistico, fantascienza, azione Dopo più di due anni dalla data di rilascio originaria, esce finalmente, o purtroppo, dipende dai punti di vista, "Morbius", la terza pellicola dell'S.S.U. (Sony's Spiderman Universe), ovvero l'universo cinematografico realizzato dalla Sony incentrato sui nemici (almeno a livello fumettistico) di Spiderman. I primi due film di questo universo sono la duologia di "Venom" perciò le premesse non erano incoraggianti ma ogni film merita di essere visto prima di essere giudicato, sia in positivo che in negativo, però, dopo la visione, si può affermare, anche in maniera sorprendente, che "Morbius" è il peggior film dell'S.S.U. per diverse motivazioni, non solo cinematografiche.

Prima di analizzare il film, è necessario dedicare alcune righe alla campagna marketing di questa pellicola. Infatti, i trailer, i poster, le dichiarazioni e tutto il resto sono stati impostati dalla Sony per far trovare dei riferimenti su Spiderman da parte dei fan (l'avvoltoio di "Spiderman: Homecoming", il murale con la scritta "murdered" sulla foto dell'arrampica-muri, la torre della Oscorp, la descrizione delle scene post-credit da parte del regista prima dell'uscita del film...) e questo può essere più o meno apprezzabile ma comunque si tratta di una manovra legittima. Il problema nasce nel momento in cui il 90% circa delle scene presenti nella campagna marketing incentrate su Spiderman non sono presenti all'interno della pellicola e, perciò, si intuisce che sono state utilizzate solamente allo scopo di attirare fan che, inizialmente, non avrebbero avuto interesse nei confronti della pellicola. Naturalmente, alla Sony interessa solamente che vengano staccati il maggior numero di biglietti, non gli interessa il modo in cui ciò avviene e il fan si accorge di essere stato vittima di una truffa, perché è di ciò che stiamo parlando, solamente all'interno della sala e dopo aver acquistato il biglietto. D'ora in poi, prima di andare a vedere un film prodotto dalla Sony, bisognerebbe pensarci più di una volta perché il comportamento adottato dalla major è stato inqualificabile. Molto probabilmente, dopo il grande successo di "Spider-man: no way home", i piani per il futuro dell'S.S.U. sono cambiati e i trailer diffusi due anni fa sono completamente invecchiati ma questa non è una giustificazione per salvare le azioni della Sony. Passando al lungometraggio, le sensazioni non cambiano perché ciò che rimane di "Morbius" è la percezione di aver perso quasi due ore della propria vita siccome è praticamente impossibile trovare qualcosa di vagamente sufficiente e che possa essere ritenuto apprezzabile.

Partendo dalla sceneggiatura, se così si può definire, tutti i tasselli, sia a livello di caratterizzazione dei personaggi che sviluppo della trama, sono sbagliati. Per quanto riguarda i personaggi, è difficile trovare dei veri e propri archi narrativi in cui i protagonisti evolvono e arrivano ad un punto di conclusione del proprio viaggio. Infatti, sullo schermo, più che vedere i cambiamenti dei personaggi, vengono mostrate delle scene senza comprendere veramente il senso: ad esempio, il personaggio interpretato da Matt Smith, alla fine dice di essere geloso di tutti i legami affettivi di Morbius ma non lo si comprende assolutamente perché, per tutto il film, non si vede nessuna scena che possa provocare questo sentimento; oppure, sempre verso la fine, Morbius bacia una ragazza ma, in nessuna scena precedente, si può intuire che possa nascere una relazione tra i due. Tutto il film è pieno di questi esempi e, di conseguenza, non si riesce ad empatizzare con nessun personaggio siccome non viene mostrata nessuna evoluzione ma, semplicemente, succedono avvenimenti senza nessun senso logico e le emozioni provate dai protagonisti sono completamente confusionarie e imprevedibili perché mal costruite. Inoltre esistono personaggi che risultano assolutamente inutili ai fini della trama, come i due poliziotti, che non aggiungono nulla né a livello narrativo né concettuale.

Per quanto riguarda la trama, è praticamente inesistente siccome, proprio come i personaggi, non ha un vero senso logico di causa ed effetto ma, anche qui, gli avvenimenti si susseguono casualmente, con tagli netti di intere sequenze che non aiutano lo spettatore a comprendere come si è arrivato ad un determinato punto della storia. Oltre all'insensatezza della trama, quest'ultima è priva di qualsiasi tematica sociale, non prova nemmeno a trattare un argomento (ad esempio, "Venom: la furia di Carnage", malamente, provava a dare uno spunto di riflessione su tematiche lgbtqia+). È come se l'obiettivo finale fosse quello di finire il film il prima possibile, attaccando scene senza senso con personaggi insulsi e privi di qualsiasi tipo di caratterizzazione. Per quanto riguarda il lato tecnico, si può semplicemente dire che si tratta di uno spreco di ben 75 milioni di dollari (ovvero il budget della pellicola). Ogni componente del film, dai costumi al trucco cheap, dalla fotografia costantemente cupa e sgranata alla regia confusionaria e assolutamente vecchia (le scene action arrivano direttamente dai cinecomic di primi anni 2000), risulta fuori posto e provoca un senso di disagio allo spettatore.

In conclusione, "Morbius" è un disastro su tutti i fronti siccome non c'è nessun elemento che possa ritenersi sufficiente e all'altezza del budget di partenza; anche perché le premesse narrative per realizzare qualcosa di semplicemente godibile c'erano ma si è preferito inserire pochi elementi riguardante Spider-man così da attirare l'attenzione dei fan e truffarli.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Voto del pubblico: 

Dì anche la tuaNon mi piaceCosì cosìPiacevoleFantasticoCapolavoroDì anche la tua