LA CASA DI CARTA PARTE 5 VOL.1 | RECENSIONE FINALE DELLA NUOVA STAGIONE

Dal 3 settembre scorso è disponibile su Netflix, la prima parte della quinta e ultima stagione de ‘’La casa di carta’’. In anteprima la settimana scorsa vi avevamo recensito i primi due episodi, adesso invece vi proponiamo la recensione della stagione completa.

Stagioni: 5

Puntate: 43 (al 3 settembre 2021)

Anno: 2017-2021

Regista: Jesus Colmenar, Alex Rodrigo, Alejandro Bazzano, Miguel Angel Vivas, Javier Quintas

Attori: Ursula Corberò, Itziar Ituno, Alvaro Morte, Miguel Herran, Jaime Lorente, Esther Acebo, Darko Peric, Pedro Alonso, Paco Tous, Alba Flores, Enrique Arce, Rodrigo De La Serna

Paese: Spagna

Durata: 41-57 min

Distribuzione: Netflix

Sceneggiatura:

Fotografia:

Montaggio:

Produzione: Netflix

 

RECENSIONE:

Data d’uscita in Italia: 3 settembre 2021 (Netflix)

Voto: 7,5

Genere: azione, thriller, drammatico

Come i primi due episodi avevano preannunciato, anche questi restanti tre sono caratterizzati da una situazione di caos generale. Un caos che non riguarda solo i membri della banda, bloccati ancora nella Banca di Spagna, ma anche la polizia che ormai allo stremo, tenta il tutto e per tutto pur di abbattere questi nemici. Siamo giunti all’epilogo, all’inizio della fine, in cui la situazione iniziale è a questo punto diventata una vera e propria guerra all’ultimo sangue. Tutti si sono resi conto della fine ormai prossima, anche i ladri stessi, che sanno già di star perdendo questa battaglia, ma lo vogliono fare nel modo più dignitoso e lento possibile.

A differenza delle precedenti parti, in questa, si nota una ricchezza di drammaticità e di emotività molto alta, riguardante tutti i personaggi che, allo stremo, si mostrano vulnerabili e senza alcuna maschera, lasciando trapelare qualsiasi emozione. Sia buona, sia cattiva. Alcuni personaggi poi, affrontano un cambiamento radicale: certi migliorano e certi peggiorano, lasciandosi sopraffare dalla loro stanchezza e debolezza. È il caso di due protagoniste, Tokyo e Stoccolma. La prima subisce un cambiamento in meglio; ha modo di ripensare alla sua vita, alle scelte che ha compiuto, si abbandona alle emozioni più forti e lascia cadere quell’armatura di indifferenza che si era creata negli anni, mostrando il suo lato più umano. D’altro canto, Stoccolma, si rende conto che la situazione che è andata a crearsi è più forte di lei, si indebolisce ed è quasi come se perdesse il nume della ragione.

Se da un lato le sequenze di azione, soprattutto verso la fine, ricoprono la maggior parte della narrazione, risultando ben strutturate, dall’altro lato abbiamo delle vere e proprie sequenze gestite male, risultanti irrealistiche, sia sul piano narrante, sia sul piano della realizzazione. Sono per lo più scene che non portano a nulla, realizzate con degli effetti speciali abbastanza deludenti e finti. Possono sembrare un contentino inserito per colmare delle lacune e per risolvere in fretta questioni che si erano create nell’arco narrativo delle ultime due stagioni. Altre sequenze, come quelle di Berlino, risultano essere una storia secondaria, che non c’entra nulla con il discorso principale. Sequenze che stanno bene se isolate, o addirittura in una serie spin off, dedicata a questo tanto amato personaggio. Personaggio che risulta sempre quello più interessante tra tutti.

Nonostante tutto, ‘’La casa di carta’’ riesce sempre ad intrattenere, grazie in special modo, alle scelte stilistiche e registiche utilizzate, che riescono abilmente a mantenere la curiosità dello spettatore ad un livello molto elevato, coinvolgendolo anche a livello visivo, ma soprattutto emotivo. La sequenza finale sorprende e ti porta subito a porti la domanda ‘’e ora? Cosa succede?’’. Per trovare la risposta a questa questione però, purtroppo, bisognerà aspettare ancora un po’. Il Volume 2 della quinta stagione sarà disponibile su Netflix a partire dal prossimo 3 dicembre, e sarà composto dai restanti, e ultimi, 5 episodi.


Recensione a cura di Rebecca Fulgosi


0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Voto del pubblico: 

Dì anche la tuaNon mi piaceCosì cosìPiacevoleFantasticoCapolavoroDì anche la tua