L’assistente della star | Recensione

L'Assistente della Star, il film diretto da Nisha Ganatra, segue la storia di Maggie (Dakota Johnson), una giovane aspirante produttrice musicale che lavora come assistente personale per Grace Davis (Tracee Ellis Ross), grande artista di fama internazionale.



Anno:2020

Regia:Nisha Ganatra

Attori:Dakota Johnson, Tracee Ellis Ross, Kelvin Harrison Jr., Bill Pullman, Zoe Chao, June Raphael, Ice Cube, Eddie Izzard, Ben Lewis

Paese:USA

Distribuzione:Universal Pictures

Sceneggiatura:Flora Greeson

Fotografia:Jason McCormick

Produzione:Perfect World Pictures, Working Title Films



Recensione:

Data di uscita in Italia 🗓️: 26 giugno 2020

Genere📽: Drammatico, Sentimentale

Voto: 5,5\10

Pro🔝: Uscito sia nei pochi cinema aperti che in versione noleggio, L’assistente delle star segna il ritorno alla regia di Naisha Ganatra dopo solo un anno dalla sua brillante commedia E poi c’è Katherine.

Come i precedenti lavori della regista, di cui è d’obbligo menzionare anche Transparent e Dear White People, la pellicola tratta – seppur in maniera semplicistica – le difficoltà di una minoranza (in questo caso di una cantante donna e afroamericana) nel farsi strada in un mondo lavorativo maschilista e fortemente caratterizzato da un’ossessione verso il successo, la fama e i soldi.

L’assistente della star fin dalle sue prime scene, volente o non, sembra richiamare il film cult del 2006 Il diavolo veste Prada. La pellicola di Ganatra però regge il paragone solo in ambito attoriale, portando sul grande schermo un ottimo cast: da Dakota Johnson – attrice non sempre amata per le sue scelte cinematografiche ma con un gran potenziale – a Trace Ellis Ross che già aveva stregato critica e pubblico per la sua partecipazione a Black-ish, passando anche per il rapper Ice Cube che porta alla pellicola una

certa comicità e leggerezza.

Visivamente la pellicola funziona abbastanza bene, al di là delle performance, il reparto di make-up e soprattutto quello dei costumi, sono curati nei minimi dettagli; soprattutto lo styling del personaggio delle Ross che sembra richiamare quello delle grandi dive del passato, ma senza cadere nella banale citazione.

Essendo un film a tema musicale, anche il lavoro sulle musiche è ben apprezzato: sia per quel che riguarda tutta la parte di accompagnamento che vede Share Your Love With Me dell’immortale Aretha Franklin, che le composizioni originali, cantate prevalentemente da Trace Ellis Ross, la quale fornisce un’ottima prova da cantante, ma dopo tutto buon sangue non mente: l’attrice è la figlia di Diana Ross.

Contro❌: Le premesse del film, almeno per ciò che riguarda il trattamento del soggetto sono ottime, peccato che, successivamente, lo sviluppo di quest’ultimo cada nel banale e nel già visto. Negli anni è stato dimostrato come, anche un genere “leggero” come una rom-com, possa caratterizzare buoni e a volte ottimi film, non è questo però il caso. L’assistente della star cade infatti in clichè che non riescono a fare giustizia alle

tematiche trattate. I dialoghi inoltre, hanno tutte le caratteristiche per essere d’ispirazione e utili al fine della narrazione, ma finisco per annoiare e non convincere, perfino risultare eccessivamente lunghi.

Piccola nota negativa anche per il montaggio, che se pur in minima parte, presenta alcuni errori facilmente individuabili.

Recensione a cura di Linda Giulio

Grafiche a cura di Giulia Federici

#dakotajohnson #fiftyshadesfreed #fiftyshadesofgrey #jamiedornan #fiftyshadesdarker #anastasiasteele #christiangrey #fiftyshades #damie #suspiria #dakoholic #dakotamayijohnson #fsog #anastasiagrey #teamdakota #shadesofgrey #lassistentedellastar #fiftyshadesmovie #fsf #dakota #teamdakotajohnson #dakotajohnsonstyle #dakoholics #dakotajohnsonfashion #love #badtimesattheelroyale #dakotajohnsonedit #howtobesingle #nowinthecinema #bhfyp

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Voto del pubblico: 

Dì anche la tuaNon mi piaceCosì cosìPiacevoleFantasticoCapolavoroDì anche la tua