Enola Holmes 2 | Il sequel di cui avevamo bisogno.

La sorella minore del geniale Sherlock Holmes torna a indagare su un nuovo misterioso caso.

Lingua originale: inglese

Paese di produzione: Regno Unito, Stati Uniti d'America

Anno: 2022

Durata: 130 min

Genere: drammatico, giallo, avventura

Regia: Harry Bradbeer

Soggetto dalla serie di romanzi di Nancy Springer

Sceneggiatura: Jack Thorne

Produttore: Millie Bobby Brown, Mary Parent, Alex Garcia, Ali Mendes, Paige Brown

Casa di produzione: Legendary Pictures, PCMA Productions

Distribuzione in italiano: Netflix

Fotografia: Giles Nuttgens

Musiche: Daniel Pemberton

Cast: Millie Bobby Brown, Henry Cavill, Louis Partridge, Adeel Akhtar, Susie Wokoma, Helena Bonham Carter, David Thewlis, Serrana Su-Ling Bliss, Sharon Duncan-Brewster, Himesh Patel, Hannah Dodd, Abbie Hern

 

Voto: 7\10


Recensione


Due anni dopo il primo capitolo, Millie Bobby Brown torna a vestire i panni della brillante Enola Holmes.

In totale controtendenza rispetto alle ultime produzioni di sequel, il secondo film dedicato alla sorella minore del più famoso detective al mondo si presenta come un prodotto d'intrattenimento e coinvolgente, superando addirittura i livelli del suo predecessore.

Arricchendo la sceneggiatura con più azione e più colpi di scena, Jack Thorne ( già sceneggiatore del capitolo precedente) riesce a confezionare un prodotto young adult avvincente, anche per un pubblico più adulto.

Il mistero alla base della narrazione coinvolge anche tematiche di attualità, dalla forte connotazione - mai forzata - femminista e da un valore storico non indifferente, che riguarda lo Sciopero dei fiammiferi della Londra di fine 1800 e del personaggio, realmente esistito, di Sarah Chapman.

Millie Bobby Brown regala un'ennesima prova del suo talento, staccandosi dal ruolo drammatico che l'ha portata al successo con Stranger Things, spostandosi invece su un fronte più comico e leggero; al suo fianco nuovamente Harry Cavill, che si trova ancora una volta a prestare il volto a uno dei personaggi più iconici di sempre. Seppur la chimica tra i due attori risulti convincente e uno dei punti di forza della pellicola, il trattamento di Sherlock Holmes sembra essere ancora un ibrido tra una nuova rilettura del personaggio e un pigro adattamento al protagonista dei romanzi di Doyle.

Allo stesso modo quindi, e sicuramente influenzato da quanto citato, il rapporto tra Enola e Sherlock non ha ancora esaurito il suo percorso e sembra sviluppato a metà.

Ritorna a condividere lo schermo con i fratelli Holmes anche Luis Partridge, in un ruolo giustamente ridimensionato rispetto al film del 2020, e che rappresenta il punto forse più debole della pellicola, in cui il suo personaggio, il love interest di Enola, risulta avere un trattamento eccessivamente teen e introdotto quasi a forza nelle vicende indipendentiste e dinamiche della narrazione.

Avendo registrato nella sua prima settimana dall'uscita visioni superiori al primo capitolo e con un plauso della critica ottimo, è lecito iniziare a domandarsi se la giovane Enola tornerà per un terzo capitolo e forse, chissà, anche per un quarto film.





0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Voto del pubblico: 

Dì anche la tuaNon mi piaceCosì cosìPiacevoleFantasticoCapolavoroDì anche la tua