Beastars | Recensione

La storia è ambientata in un mondo di animali antropomorfi civilizzati divisa in due fazioni: i carnivori e gli erbivori. ... Improvvisamente, Tem l'alpaca viene brutalmente assassinato e divorato nella notte, provocando un'ondata di disagio e sfiducia tra gli studenti erbivori e carnivori.



Recensione:

Data di uscita in Italia 🗓️: 2019

Voto: 8,5/10

Genere📽: anime, shonen, sentimentale, drammatico

Pro🔝: nel nostro Paese, solamente negli ultimi anni gli anime orientali stanno ottenendo il meritato riconoscimento dal grande pubblico e il merito va soprattutto alle piattaforme streaming perché, sempre più spesso, pubblicano questo tipo di prodotti, sia passati che attuali. Addirittura Netflix ha una propria divisione interna per quanto riguarda la scoperta e la realizzazione di nuovi anime e, poco tempo fa, ha pubblicato "Beastars" (prodotto originale anime Netflix). Nel corso delle ultime settimane ha avuto sempre più successo, mantenendosi per molto tempo nella top 10 delle serie più seguite, e, per quanto ci riguarda, meritatamente.

La sceneggiatura e la narrazione di "Beastars", nonostante un comparto tecnico mostruoso, sono i due pregi maggiori della serie. Infatti la bravura degli sceneggiatori si trova principalmente nella capacità di trattare temi importantissimi in un modo estremamente originale. Le tematiche trattate nonostante non siano rivoluzionarie (infatti durante la prima stagione, si parla di amore adolescenziale, apparenze e diversità) esse non cadono mai nella semplicità. Infatti veniamo introdotti in un mondo praticamente uguale al nostro ma popolato da animali parlanti e bipedi in cui, ideologicamente, non ci sono differenze tra erbivori e carnivori ma la diffidenza dei primi nei confronti dei secondi è molto alta. Proprio questa dualismo è alla base di tutta la serie e viene sviluppato in tutte le trame, principali e secondarie, che si tratti d'amore, amicizia o lavoro. La profondità della scrittura e della caratterizzazione dei personaggi è semplicemente eccezionale e non c'è una singola vicenda che sia noiosa o meno brillante. Il fatto di unire i vari personaggi e confrontarli sempre sotto il profilo preda-predatore rende il messaggio della diversità molto originale e inedito. Infatti la storia d'amore tra i due protagonisti, un carnivoro e un erbivoro, è così tormentata ma allo stesso tempo affascinante, da rendere il tutto molto profondo, dando la possibilità agli sceneggiatori di sviscerare i personaggi fino ai loro istinti più primitivi e quasi incontrollabili.

Nonostante ci siano due protagonisti, il mondo di "Beastars" è colmo di personaggi secondari interessanti che, sia per minutaggio complessivo che profondità psicologica, non sfigurano assolutamente difronte ai due principali e tutti in maniera diversa riescono a portare avanti la tematica principale della serie.

Inoltre, per quanto riguarda la componente tecnica, quest'anime è veramente interessante perché adotta un tipo di tecnologia abbastanza estranea al pubblico occidentale e, perciò, maggiormente apprezzabile. In più, nel corso dei 12 episodi che compongono la serie, alcune volte troviamo tipi differenti di animazione: per esempio viene utilizzato lo stop motion per alcuni titoli di testa oppure alcune sequenze sembrano dei quadri pennellati.

In conclusione, siamo rimasti assolutamente colpiti da questa serie per il modo in cui si sviluppa l'intero mondo di questi animali e, siccome le tematiche sono molto vicine a noi occidentali, potrebbe essere un buon modo per approcciare con l'animazione giapponese.

P.S. quest'anime è tratto dall'omonimo manga ed entrambi hanno avuto un grande successo di pubblico e critica, infatti la seconda stagione dell'anime è in produzione.

Contro❌: come avete capito, la serie ci ha stregato e attendiamo con grande impazienza l'arrivo della seconda stagione però dobbiamo essere onesti nei vostri confronti e bisogna dire che qualche piccolissimo difetto c'è. Infatti, secondo la nostra opinione, la trama è sviluppata molto bene solo che alcune dinamiche sarebbero potute concludersi leggermente prima. Probabilmente la formula dei 10 episodi sarebbe stata migliore. È anche vero che lo stile di narrazione giapponese è più lento confronto ai prodotti a cui siamo abituati perciò può risultare leggermente lento. Per il resto, è  tutto perfetto.

Recensione a cura di Ivan Luis Sulla

Grafica a cura di Giulia Federici



#beastars#anime#legosi#beastarsmanga#manga#beastarsfanart#beastarsanime#furry#beastarslegosi#fanart#art#beastarsharu#furryart#legosibeastars#louisbeastars#otaku#haru#legoshi#beastarsart#harubeastars#bokunoheroacademia#nowrecensioni#nowinthecinema#cinema#movie#oscar#movies#instagram#follow#cinefili#ilovecinema#ilovefilm



0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Voto del pubblico: 

Dì anche la tuaNon mi piaceCosì cosìPiacevoleFantasticoCapolavoroDì anche la tua